Addio al salesiano Faletti i funerali si sono conclusi da pochi minuti.

Addio al salesiano Faletti

Si sono svolti questa mattina all’istituto salesiano Morgando di Cuorgnè i funerali di quello che è stato un personaggio unico ed indimenticabile, don Nicola Faletti. Figura straordinaria, uomo dalla grande forza d’animo e di volontà, è stato capace di farsi apprezzare nel suo operato, umano e religioso, da diverse generazioni di canavesani.

Il Don Bosco del Canavese

Non a caso, è stato definito dai più il «Don Bosco del Canavese» per questa sua capacità di coinvolgere ed essere una guida sia per i giovani che per per le persone di età adulta. La notizia della morte di don Faletti, spentosi alla veneranda età di 102 anni, è arrivata nella mattinata di venerdì 3 gennaio ed in poco tempo ha fatto il giro di tutto il territorio, sollevando un’eco che pienamente dimostra quanto questo uomo dal fisico minuto, ma dall’energia straordinariamente grande, avesse un seguito enorme.

Leggi anche:  Smaltimento rifiuti, perquisizioni dei carabinieri negli stabilimenti

Le sue origini

Nato il 26 gennaio 1917 a San Raffaele Cimena, don Nicola Faletti è stato ordinato sacerdote nel luglio del 1944. Successivamente, per oltre 70 anni è stato capace di rappresentare un punto di riferimento per quanto concerne gli istituti salesiani di San Benigno e Cuorgnè. Dal credo profondo e saldo, ma anche capace di un pragmatismo schietto e sincero, don Nicola è stato in grado di entrare con estrema facilità nel cuore della gente.

Tantissima gente

Nonostante il giorno feriale sono stati molti i fedeli ce si sono dati appuntamento questa mattina alla dieci per tributare l’ultimo saluto a don Faletti, morto all’età di 102 anni. Nutrita anche la schiera di religiosi che ha partecipato alle esequie.