Un aereo da turismo è atterrato ieri mattina, martedì 18 giugno 2019, sul versante francese del Monte Bianco.

2 svizzeri atterrano sul Monte Bianco

Si e’ fermato a 300-400 metri sotto la vetta, tra il Mur de la cote e le Rochers rouges supe’rieurs. Individuati dal Pghm di Chamonix. Durante una ricognizione in quota i gendarmi hanno notato l’aereo fermo in una zona non recensita come facente parte delle superficie dove è autorizzato l’atterraggio in montagna. Le forze dell’ordine sono quindi andate ad accertare l’identità dei due a bordo. Una volta raggiunti li hanno sorpresi con i ramponi già ai piedi pronti per iniziare la loro scalata in direzione della cima.

All’arrivo dei gendarmi, i due occupanti, entrambi svizzeri, sono tornati verso il loro aereo e sono stati identificati e invitati a lasciare la zona. Ora rischiano sanzioni per violazioni al codice dell’ambiente e alle regole dell’aviazione civile, secondo quanto riportano i media d’oltralpe.

Comportamento “inammissibile”

Il sindaco di Chamonix-Mont Blanc, molto attivo nella difesa di una pratica dell’alpinismo ha definito “inammissibile” il comportamento dei due alpinisti e senza precedenti tanto da definirlo  un attacco all’ambiente di alta montagna e a tutte le misure di protezione esistenti.