Ampliamento aziende a Strambino, completata l’area industriale.

Ampliamento aziende

Con l’ampliamento aziende a Strambino, completata l’area industriale.  In cantiere anche un nuovo progetto di riqualificazione urbana nella zona produttiva, ormai dismessa da anni, vicino alla stazione ferroviaria. E’ l’obiettivo portato a termine dall’amministrazione guidata dalla sindaco Sonia Cambursano. Da una parte concludendo un piano ereditato da quella precedente, dall’altra dimostrando la stessa lungimiranza nel porre le basi di una moderna progettazione.

L’area industriale

Mentre nella zona tra Strambino e Carrone le imprese, già insediate da tempo, stanno espandendosi, l’ex complesso manifatturiero in via Augusto Saletta diventerà un centro medico specializzato per malati di Alzheimer, nonché polo clinico sportivo, per caratteristiche e struttura unico in Italia. L’importante traguardo è stato illustrato martedì 9 aprile  nella sala Unità d’Italia del municipio. C

Gli interventi

Il presidente di Anci Piemonte, Alberto Avetta, ha   rimarcato l’avvio dei cantieri per la fibra ottica in tutta la Regione, e Strambino verrà «allacciata» entro il 2020 (attualmente sono in corso i lavori a San Giorgio). «Un’infrastruttura fondamentale – ha spiegato Avetta – che, unita ai servizi comunali presenti, rende ancor più appetibile il paese, perché le aziende investono dove c’è una buona qualità della vita».

Leggi anche:  Ladro beccato sul treno e portato in carcere

I dati di Confindustria

I numeri parlano chiaro e li ha snocciolati Cristina Ghiringello, direttore di Confindustria Canavese: «Strambino ha registrato un incremento del 25 per cento in più sull’occupazione, tra i maggiori della nostra zona».

Gli imprenditori

Raffaella Cattaneo, membro del cda di Micromega, ha spiegato che negli ultimi 2 anni ha assunto 11 giovani e presto procederà a formalizzare altri contratti.  Antonio Grassino, presidente di Seica, che oggi conta sedi in tutto il mondo, ed è leader nei sistemi di collaudo.   Pier Massimo Cinquetti, di Base Engineering, ha presentato il progetto sul nuovo centro medico (presente il proprietario dell’area Gian Andrea Azario).