Atti vandalici, presi di mira i bagni pubblici a poche settimane dall’apertura.

Atti vandalici

Tolleranza zero nei confronti di chi utilizza impropriamente il parco giochi e massima attenzione, dopo che, a poche settimane dall’apertura, c’è già chi si è divertito a «sabotare» i bagni presenti nella zona. L’Amministrazione comunale di Pont Canavese ha deciso di comminare una serie di multe a coloro che hanno pensato bene di usare le giostrine riservate ai bambini per il proprio divertimento.

L’amarezza del sindaco Coppo

«Partiamo da una premessa che ritengo importante – spiega il sindaco pontese, Paolo Coppo – Il parco giochi sta piacendo molto, tant’è che l’orario di apertura è stato posticipato sino alle 22, visto anche il bel tempo che ha caratterizzato buona parte dell’estate, dando così la possibilità di stare all’aria aperta. Da qui, aumenta il dispiacere per certi atti ed atteggiamenti da parte di persone che dovrebbero essere un po’ più responsabili e rispettare la cosa pubblica».

Leggi anche:  Tagga il maiale a Favria: caccia a chi abbandona rifiuti nell'area industriale

Multati ai responsabili

L’amarezza maggiore è nei confronti di chi, non sapendo come «divertirsi», ha pensato bene di gettare della ghiaia all’interno dei bagni pubblici. Multe, invece, recapitate a casa di coloro che, come anticipato, hanno usato le attrezzature che sono riservate ai più piccoli. «Siamo riusciti a risalire ad alcune di queste persone – dice ancora Coppo – ed abbiamo deciso di sanzionarle, perché troppo grandi per usare questi giochi. Col rischio, per altro, di danneggiarli, di fatto impedendo ai più piccoli di divertirsi. In questo modo cerchiamo solamente di fare capire che è giusto rispettare gli spazi e le strutture pubbliche».