Badante in prova non viene assunta e arrabbiata occupa la casa dell’anziana.

Badante in prova

Per non essere stata assunta una badante in prova ha minacciato la figlia dell’anziana che doveva accudire e non se n’é andata via dalla casa. A quel punto la parente della pensionata ha chiamato la polizia. Ma la colf è andata in escandescenza e ha minacciato e insultato i poliziotti.

L’accaduto

Era stata contattata a seguito di un annuncio pubblicato su una piattaforma in rete ove si offriva come badante. Una famiglia torinese che abita nel quartiere Parella, avendo bisogno di una persona che accudisse i due anziani nonni, la aveva chiamata in prova per qualche giorno. Sin dalle prime ore dal suo arrivo, però, la donna, che ha problemi di alcolismo, non era apparsa adatta al delicato lavoro e pertanto, il secondo giorno, la figlia delle persone da accudire le aveva comunicato di non ritenerla adatta per il compito da assolvere.

La scenata

A quel punto la donna, 54 anni, di origini rumene, aveva una reazione aggressiva ed ostile nei suoi confronti, dichiarando che non se ne sarebbe assolutamente andata via. All’arrivo della pattuglia della Squadra Volante, la donna, che ha pregiudizi per resistenza  dava in escandescenze colpendo gli operatori intervenuti e minacciandoli. Dichiarava, infatti, che avrebbe anche pronunciato il falso contro di loro in tribunale pur di vendicarsi e augurava a loro e alle loro famiglie di morire. La donna è stata arrestata per violenza, minaccia e resistenza.