Bimbi maltrattati in un asilo nido privato del centro di Torino: bimbi lasciati al freddo, affamati e assonnati.

Bimbi maltrattati in un asilo nido

Un nuovo caso, l’ennesimo, di maltrattamenti in un asilo. Stavolta è successo in un nido privato in centro a Torino. Sotto accusa due maestre, madre e figlia, che avrebbero spinto e strattonato i piccoli, lasciati soli in una stanza per punizione, impedivano loro di dormire e non li nutrivano adeguatamente, per questo i bimbi, che hanno dai 3 mesi ai 3 anni, piangevano e venivano puniti. Addirittura li facevano stare al freddo, con il riscaldamento spento, per farli ammalare.

Le indagini

Le indagini sono scattate a seguito della denuncia di alcuni dipendenti. L’asilo nido che, come detto si trova in centro a Torino, era stato aperto in una casa privata, con una mansarda priva di riscaldamento che veniva utilizzata per mettere in punizione i piccoli. Secondo quanto emerso dalle indagini, i bimbi iscritti all’asilo erano troppi e per questo le due donne non li nutrivano adeguatamente e li lasciavano al freddo per farli ammalare.

Leggi anche:  Fermata coppia di usurai, due le vittime accertate

L’accusa

In carcere sono finite T.S. e M.F. con l’accusa di maltrattamenti continuati in concorso, aggravati dalla minore età delle vittime. Le indagini della polizia sono state coordinate dalla Procura di Torino Gruppo Fasce Deboli. «Il mio errore è stato quello di pensare ai bimbi del nido come se fossero i miei bambini» si difende una delle due maestre.

Purtroppo i precedenti sono numerosi, solo in Piemonte ricordiamo quelli alla scuola Korczac di Vercelli e alla Scuola Statale Materna di Susa. In Lombardia invece ad aprile dello scorso anno le indagini portarono a scoprire un caso in un asilo di Varedo, ma l’ultimo episodio arrivava dal milanese, in una scuola materna di Pero.