Blitz Carabinieri insieme alla Polizia municipale e ai tecnici del Dipartimento di prevenzione sull’igiene degli alimenti e della nutrizione dell’Asl To4, chiusa una storica trattoria in Canavese.

Blitz Carabinieri in Canavese

Nei giorni scorsi i carabinieri, insieme alla polizia municipale, hanno svolto un blitz in uno storico e noto ristorante del leinicese. Il controllo si è quindi svolto insieme ai tecnici del Dipartimento di prevenzione sull’igiene degli alimenti e della nutrizione dell’Asl To4. Dal blitz sono infatti emerse numerose irregolarità, dalla mancanza dei requisiti igienico sanitari nella conservazione e preparazione del cibo a problemi di intestazione.

Criticità evidenziate

Il locale, infatti, era ancora intestato al padre deceduto. Il blitz carabinieri ha evidenziato quindi altre criticità. E’ stato rilevato poi che non erano nemmeno esposti gli orari di apertura e chiusura del locale. Sono queste irregolarità portate alla luce dai militari dell’Arma che hanno portato la chiusura del locale. La trattoria non riaprirà i battenti sino quando la proprietà non avrà eliminato tutte le difficoltà riscontrate in questo controllo.

Leggi anche:  Damanhur, omicidio Bessi vicino alla svolta

Controlli igienico sanitari

Ma non basta. Nel blitz carabinieri, insieme ai civich e ai tecnici dell’Azienda sanitaria locale, hanno quindi evidenziato un troppo precario stato di pulizia. Da resti di alimenti sparsi a macchinari sporchi. Il titolare del ristorante, per tutta questa situazione grave riscontrata dalle forze dell’ordine, dovrà pagare più di 4mila euro di sanzioni.