Rimpasto in giunta a Castellamonte. Teodoro Medaglia vice sindaco fino a fine mandato e nuovo assessore al commercio. Chiara Faletto assessore all’istruzione.

Medaglia vice sindaco fino a fine mandato

Dopo aver dato prova di solidità superando due Consigli comunali in soli 7 giorni, senza troppi patemi d’animo al momento delle votazioni in assise, la maggioranza Mazza mette la testa fuori dalla crisi di “governo” e chiude il cerchio con l’atteso rimpasto di giunta a Castellamonte. Entra a far parte dell’esecutivo castellamontese Chiara Faletto con l’incarico di assessore con competenze in materia di istruzione, toponomastica, arredo urbano e politiche giovanili. La novità più importante riguarda, tuttavia, il ruolo di vice sindaco. Il progetto del “braccio destro” del primo cittadino “a rotazione” va mestamente in archivio come ha spiegato lunedì 10 dicembre in una conferenza stampa ad hoc a palazzo Antonelli il borgomastro, Pasquale Mazza: “Dopo quanto accaduto, non ci sono più le condizioni per portare avanti l’iniziativa del vice sindaco annuale. Per questo motivo, l’incarico sarà ricoperto fino a fine mandato da Teodoro Medaglia”.

Assessore al Commercio

Sarà sempre Teodoro Medaglia ad occuparsi del commercio, rimasto senza referenti dopo il passo indietro di Marialuisa Villirillo. Le deleghe al bilancio, rimesse da Andrea Ertola nelle mani del sindaco, restano in mano a Mazza. Il primo cittadino ha anche tracciato un primo bilancio di questo anno e mezzo di amministrazione civica: “Non siamo stati esenti da errori, ma solo chi non fa non sbaglia mai. Tra gli errori più grandi commessi, molto probabilmente, va annoverato quello di esserci chiusi in noi stessi, impegnati a risolvere i tanti problemi che ci siamo trovati a dover affrontare. Abbiamo finito con il comunicare e coinvolgere poco i cittadini e il nostro gruppo civico che ci ha supportato e sostenuto fin dall’inizio in questa avventura. Per questo è importante il nuovo ruolo di responsabile della comunicazione assegnato al consigliere Claudio Bethaz”.

Primo bilancio

La matematica non è un’opinione e la maggioranza snocciola numeri e dati di questo primo terzo di mandato: “Abbiamo 80 chilometri di strade, 5 cimiteri, 5 scuole e due soli cantonieri. E’ normale che sulle manutenzioni abbiamo remato ma è stato fatto anche molto e molto faremo, a cominciare dalle asfaltature iniziate nei giorni scorsi in via Carlo Botta. E’ stato realizzato un grande lavoro sul sociale. La promessa delle strisce blu eliminate è stata mantenuta, anche se le abbiamo colorate di bianco solo quest’anno. Stiamo affrontando con trasparenza il problema di Vespia e abbiamo portato a casa 750mila euro per la Ceramica. Finalmente il museo di palazzo Botton sarà realtà. Abbiamo chiuso tre macro debiti con Asa, Teknoservice e Unione Montana. Dal punto di vista dei conti, è stato un grande risultato”.

Leggi anche:  Rolex, monili e pietre preziose rubate, nascondono la refurtiva nella biancheria intima

Chiusura del cerchio

Archiviato il rimpasto con Medaglia vice sindaco fino a fine mandato, il primo cittadino respinge al mittente le accuse di “scarso coinvolgimento” avanzate dai consiglieri “dissidenti” Villirillo ed Ertola: “Rinnoviamo noi sette il nostro impegno a lavorare per il bene della città. Le ambizioni singole e i personalismi non fanno per noi. Anche sul commercio siamo pronti a lanciare la nostra sfida. Fra un anno ci ritroveremo e faremo il punto della situazione. Allora confronteremo quanto è stato fatto fino ad ora con quello che si farà per il rilancio di questo importante settore da oggi in avanti”.

Rimpasto in giunta

Il sindaco Pasquale Mazza si occuperà quindi di attuazione del programma, rapporti con gli enti, programmazione economica e polizia municipale. Teodoro Medaglia vice sindaco sarà anche assessore ai lavori pubblici, viabilità, manutenzioni, verde pubblico, cimiteri, agricoltura e fiere, mercati, commercio. L’assessore Patrizia Addis avrà competenza in sanità, servizi sociali, volontariato, edilizia popolare, lavoro, trasporti, ricerca bandi di finanziamento, bilancio, tributi. Marco Bernardi assessore all’urbanistica, edilizia privata, ambiente, bim e frazioni. La new entry Chiara Falletto sarà assessore all’istruzione, toponomastica, politiche giovanili e arredo urbano. Il consigliere Claudio Bethaz diventa capogruppo con competenze in materia di cultura, Mostra della ceramica, associazioni, turismo, coordinamento eventi e comunicazione. Alberto Pautasso consigliere con competenze in rapporti con la Smat, sport, protezione civile, attività produttive, illuminazione pubblica, organizzazione del personale e patrimonio.