Ciclismo canavesano in lutto: addio a Pierino Ballesio. Era una colonna del Velodromo Francone.

Ciclismo canavesano in lutto: addio a Pierino Ballesio

Il mondo del ciclismo ha dato l’ultimo estremo saluto ad un personaggio tanto amato come Pierino Ballesio. E’ mancato domenica 10 febbraio, nell’ospedale d’Ivrea, all’età di 79 anni, dopo aver dedicato una vita allo sport dilettantistico. «Pierin Bigia», così era conosciuto in paese, è stato tra i primi ad aderire nel 1996 all’associazione ciclistica Francone, all’indomani dell’inaugurazione del velodromo.

Il suo grande amore (insieme alla famiglia) era il ciclismo

Ballesio era nato a San Francesco. La sua carriera lavorativa si è svolta a Torino come addetto all’acquedotto municipale, ma la sua vita sociale l’ha sempre vissuta sul territorio. Rimasto vedovo nel 1975, a seguito della scomparsa della moglie Miranda, non si è mai dato per vinto. La sua passione per lo sport risale a più di cinquant’anni fa.

Era stato anche direttore sportivo del crossodromo di Lombardore

Sportivo a 360 gradi, era anche un appassionato di motori. Negli anni ’60 è entrato a far parte dell’associazione di motocross di Lombardore, ricoprendo il ruolo di direttore sportivo. Era addetto al cancelletto e alla bandiera a scacchi all’arrivo delle corse. Inoltre, ha svolto assistenza durante i rally a cui ha partecipato la figlia.