Compro oro del Basso Canavese denunciato per ricettazione. Nei guai è finito un cinquantenne.

Compro oro del Basso Canavese denunciato per ricettazione

Intervento, nei giorni scorsi, nel nostro territorio da parte dei finanzieri della Compagnia d’Ivrea. A finire nei guai un cinquantenne, titolare di un Compro oro del Basso Canavese. il quale è stato denunciato dalla Guardia di Finanza di Torino per ricettazione. Alle domande dei “Fiamme Gialle” circa la provenienza di un centinaio di monili d’oro custoditi all’interno del suo negozio, non è stato in grado di fornire alcuna giustificazione plausibile.

Sanzioni complessive in Canavese per oltre 300 mila euro

Duranti i con trolli sono state riscontrate ulteriori violazioni della normativa del settore: dalla documentazione inerenti le vendite o acquisti di compro-oro carente, alla mancata segnalazione alle competenti autorità delle operazioni di “sospetto di riciclaggio”, sino all’inottemperanza di un’adeguata verifica della clientela. Violazioni, queste ultime, riscontate anche tra gli altri “compro-oro” del canavese e del chivassese controllati negli ultimi giorni dai Finanzieri di Ivrea che hanno anche comminato sanzioni per oltre 300.000 euro.

Leggi anche:  Madre denuncia figlio spacciatore | VIDEO

La GDF prosegue con i controlli

I controlli svolti tra gli operatori del settore rientrano nella più ampia strategia di prevenzione dell’uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi derivanti dalle attività illecite e di finanziamento del terrorismo, ambito nel quale la Guardia di Finanza, opera in via primaria, quale polizia economico-finanziaria.