Consiglieri comunali ripuliscono area industriale dalle macerie a Lombardore.

Consiglieri comunali

Scarpe comode, abbigliamento casual, guanti protettivi, voglia di fare qualcosa di concreto per il proprio paese e tanto senso civico. Sono i tratti distintivi e le qualità che hanno spinto i consiglieri comunali, guidati dalla delegata ad ambiente, agricoltura, società partecipate, Rachele Russo, alcuni volontari e operai del Comune di Lombardore a rimboccarsi le maniche completando la seconda tranches di pulizia dell’area industriale di via del Boschetto e dintorni.

La “filosofia” ambientalista

«Io sono me, più il mio ambiente e se non preservo quest’ultimo non preservo me stesso». Le parole del filosofo Josè Ortega y Gasset hanno ispirato gli infaticabili lombardoresi dal cuore «green» che non si sono risparmiati.  Macerie industriali, bottiglie di vetro rotte, materassi, vecchi elettrodomestici e addirittura televisori danneggiati, più spazzatura di ogni tipo e genere: un vero e proprio «campionario degli orrori», abbandonati selvaggiamente e raccolti dai protagonisti della riuscita giornata ecologica.

Il commento

«Come consigliere con delega all’ambiente e come Amministrazione comunale siamo molto attenti alla pulizia del paese. E’ una nostra priorità – spiega Rachele Russo –  Sono già state elevate multe salate a chi getta le immondizie fuori dai cassonetti ma anche per gli scarichi abusivi da fuori Comune o lungo strade e fossati. Intensificheremo i controlli implementando le telecamere del sistema di videosorveglianza, soprattutto nell’area industriale. Sono stati, infine, come richiesto dai cittadini posizionati due cestini raccogli cartacce e immondizie. Altri cinque saranno collocati in paese a stretto giro di posta. Infine, abbiamo già realizzato delle giornate ecologiche. Abbiamo intenzione di realizzarne ancora per sensibilizzare maggiormente la popolazione sull’importanza del rispetto dell’ambiente. Vogliamo contribuire in questo modo a migliorare il decoro e la pulizia di Lombardore».