Droga dentro la buca delle lettere

Droga dentro la buca delle lettere

C’era persino della droga dentro la buca delle lettere del bar. Blitz della Polizia la scorsa settimana  a Madonna di Campagna, quartiere Spina. In particolare lungo il quadrilatero  fra le vie Tesso, Orvieto, Corso Brin e via Giachino. Obiettivo prevenire il degrado urbano e contrastare  l’uso ed allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Un arresto per droga

Gli agenti hanno proceduto all’arresto di un marocchino di 37 anni, irregolare sul territorio nazionale. Alla vista dei poliziotti ha cercato
rifugio all’interno di un Afro Market. Lo straniero ha gettato un involucro al di là del bancone dell’esercizio. Recuperato dai poliziotti, è risultato contenere un pezzo di hashish di 43 grammi. Il Questore di Torino ha ritenuto che l’esercizio di vicinato presenti inequivocabili caratteristiche di pericolosità sociale. Così ha sospeso per 15 giorni la validità della licenza. Si erano infatti verificati già diversi precedenti nel negozio.

I dati del controllo

Complessivamente  sono state controllate 38 persone, 21 delle quali con precedenti di polizia. Sono stati accompagnati in Questura 4 cittadini extracomunitari: per tre  sono in corso le procedure relative all’espulsione dallo stato italiano.

Leggi anche:  Fondazione Unesco per il M5S l'ennesimo "carrozzone politico"

Un altro bar con licenza sospesa

Sospensione della licenza anche per un bar  in  corso Brin. Durante l’attività di controllo straordinario del territorio, sono stati identificati diversi avventori con precedenti  contro il patrimonio, per armi e di stupefacenti. Durante il controllo poi due individui si sono dati alla fuga. Uno, raggiunto, è stato arrestato in quanto aveva appena ceduto del crack a un   italiano in cambio di un cellulare. All’interno della buca delle lettere del bar, infine, è stato rinvenuto e sequestrato, a carico di un avventore, un fazzoletto chiuso a cipolla contenente 13 cristalli di crack.