Escursionista salvato in Valle Gesso, riportato a Valle questa mattina.

Escursionista salvato nella notte

Notte di lavoro per i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese in Valle Gesso (Cn) lungo il sentiero che conduce da San Giacomo di Entracque al rifugio Pagarì.

L’allarme

Intorno alle 20.30 di ieri il gestore del rifugio ha mandato un allarme di mancato rientro per un escursionista che in fase di discesa non era rientrato a valle. È stata allestita una squadra di 20 tecnici Sasp, Soccorso Alpino della Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco che al buio hanno iniziato le ricerche.

Le operazioni di soccorso

Intorno alle ore 4 del mattino l’infortunato è stato ritrovato, con fratture a entrambi gli arti inferiori, a una quota di circa 2300 metri. Tra i tecnici del nostro servizio regionale erano presenti anche 1 medico e 2 infermieri che lo hanno stabilizzato e gli hanno somministrato le prime cure farmacologiche. Siccome al buio era troppo rischioso iniziare la discesa, si è deciso di aspettare l’alba. Alle ore 7 ha aperto la base di elisoccorso di Alessandria da cui è decollata l’eliambulanza 118 che nonostante le condizioni meteo avverse è riuscita a prelevare la barella e a condurre l’uomo in ospedale.Escursionista salvato dal soccorso alpino nella notte