Fanno sesso in stazione: condannati. Al centro della vicenda, ed imputati nell’udienza di ieri, giovedì 7 giugno un valdostano di 44 anni e una 38enne di origini romene, residente in Italia, per quanto senza fissa dimora. Come riporta Aostasera.

Fanno sesso in stazione

Uno uomo e una donna fanno sesso in stazione, ma interviene la Polizia.   È il mattino del 25 luglio 2017, quando una ragazza entra nei servizi della stazione di Aosta. Dalla cabina accanto alla sua sente dei gemiti ed altri suoni che ritiene inequivocabili. Uscendo, s’imbatte in una pattuglia della Polfer in servizio nello scalo, che, notato il suo stato d’imbarazzo, le chiede cosa fosse accaduto.
La donna lo spiega e il resto del racconto è rivissuto in aula attraverso la testimonianza di uno degli agenti intervenuti. I poliziotti verificano che, per quanto si tratti del bagno delle Signore, nella cabina ci fosse una coppia, impegnata in un bisogno non esattamente individuale, e bussano alla porta, intimando all’uomo e alla donna di uscire.

Leggi anche:  Comune etico in Canavese con il Centro ricerca

L’identificazione

Una volta fuori, la Polizia li identifica e scatta la comunicazione di notizia di reato alla Procura, che innesca l’azione penale. Il pm Carlo Introvigne chiede il rinvio a giudizio di entrambi e si arriva all’udienza di ieri. I due sono stati condannati a quattro mesi di reclusione ognuno per atti osceni in luogo pubblico.