Fiamme distruggono 7 bus Gtt, notte di fuoco a Ciriè nei pressi della stazione dove i pullman del Gruppo Trasporti Torino erano parcheggiati.

Clicca qui per vedere il video delle fiamme in diretta.
Guarda il video del piromane: Incendio autobus a Ciriè, il video del piromane che appicca il fuoco

Fiamme distruggono 7 bus Gtt, si indaga a tutto campo

Erano da poco passata la mezzanotte quando nel deposito Gtt si propagano le fiamme. Infatti, si presume che fosse  le 00.30 quando il primo grande mezzo si è incendiato, propagando le fiamme pullman a fianco e così per sette volte, fino a distruggere completamente la «flotta» di bus he il mattino successivo sarebbero serviti per i collegamenti usati da pendolari e studenti.

Vigili del fuoco intervenuti in forze

Appena è stato lanciato l’allarme, le fiamme erano ben visibili visto il numero di autobus coinvolti, sul posto si sono fiondati i vigili del fuoco di San Maurizio Canavese con due messi e altrettanti ne sono arrivati da Torino. I pompieri hanno lavorato per ore per domare il rogo e solo alle 3.50, nel cuore della notte, l’area è stata messa in sicurezza e tutti i focolai spenti. Per fortuna, non si sono registrati altri danni ad auto o palazzi vicini al parcheggio Gtt. E a evitare il peggio, tra la’ltro, anche il fatto che i bus erano parcheggiati all’esterno del deposito.

Indagano i carabinieri di Ciré

Su quanto accaduto stanno indagando i carabinieri della Tenenza di Ciriè per capire se si tratti di un evento dovuto a guasto elettro-meccanico oppure se ci sia del dolo dietro a quelle fiamme. Al momento della propagazione delle fiamme la città, come il resto del Canavese, era avvolto da una fitta nebbia, il che potrebbe potrebbe aver facilitato l’azione di un eventuale piromane. D’altronde a Ciriè è da parecchio tempo che si dà alla caccia all’uomo che ha incenerito almeno una decina di auto (sempre di notte) parcheggiate in varie punti della città.

Leggi anche:  Ferrovia Canavesana SFM1, Pianasso: "La Regione deve fare qualcosa"

Ultima ora: ci sarebbe un indiziato

Secondo alcune indiscrezioni i militari già nella notte avrebbero fermato un senza fissa dimora che potrebbe essere l’autore del maxi incendio ha distrutto i sette pullman Gtt. Ma le indagini sono tutt’ora in corsa e si stanno concentrando su più piste, partendo dalle immagini delle video camere della zona, anche se la fitta nebbia della notte potrebbe rendere i fotogrammi non perfettamente visibili.

Aggiornamento ore 11

L’uomo fermato questa mattina come sospettato ha confessato: è stato lui ad aver appiccato l’incendio. Si tratta di un 50enne italiano e senza fissa dimora che ha raccontato agli inquirenti di aver dato fuoco ai 7 pullman di proprietà GTT perché non lo facevano salire a bordo senza il biglietto. L’uomo ha appiccato il fuoco con della diavolina che ha acquistato al supermercato. È stato riconosciuto e identificato dopo aver visionato le immagini delle vie limitrofe.
Le indagini sono condotte dai carabinieri di Venaria e coordinate dalla Procura di Ivrea.