Giovani annoiati picchiano due coetanei e li derubano del cellulare, arrestati dai carabinieri della compagnia San Carlo.

Giovani annoiati picchiano due coetanei

La notte scorsa alle 2, i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia San Carlo, in piazza Maria Teresa, hanno arrestato sei studenti, 4 minorenni (16 e 17 anni ) e due maggiorenni, da pochi mesi, per rapina aggravata e lesioni. Si tratta di due brasiliani, due della Costa d’Avorio, un italiano ma con origini africane, e un marocchino, tutti nati in Italia.

L’intervento dei carabinieri

Sono intervenute le pattuglie ancor prima delle varie segnalazioni al 112 di alcuni cittadini spaventati. I militari hanno notato i due ragazzi a terra (gridavano) circondati da alcuni ragazzi che ridevano, insultavano e picchiavano. Immediato l’intervento e l’arresto dei sei giovani aggressori. Provengono da famiglie normali e i loro raid notturni sono frutto della noia e della ricerca di emozioni forti a tutti i costi.

Due giovani aggredii

Dopo aver minacciato due amici, un 22enne italiano con dei cocci di vetro e averlo colpito con calci e pugni, il gruppo ha preso il suo telefono cellulare (successivamente recuperato e restituito) e un 21enne italiano, il quale dopo essere stato colpito con calci e pugni al volto è stato derubato di un cellulare. L a vittima è ricoverata al Gradenigo in prognosi riservata. Non versa in pericolo di vita.
I carabinieri ritengo che gli arrestati siano responsabili di altre rapine in centro.