Imprenditori cinesi in visita a Ivrea domenica mattina, 20 ottobre.

Imprenditori cinesi

Una delegazione di imprenditori cinesi domenica mattina, 20 ottobre, è stata in visita a Ivrea. Accompagnati da Angi (Associazione Nuova generazione cinesi in Italia) il gruppo proveniente dalla Provincia   dello Shanxi, guidata dalla presidente della Federazione dell’industria e commercio dello Shanxi, Hai Yun Liu, è stata accolta dall’Assessore al Bilancio e Sviluppo economico Elisabetta Piccoli insieme alla Presidente di Confindustria Canavese Patrizia Paglia e alla
Direttrice Cristina Ghiringhello.

La visita in città

Rappresentativi di grandi realtà industriali, attratti dalla storia della città del XX secolo riconosciuta Patrimonio Mondiale, i delegati hanno affermato il grande interesse per la cultura imprenditoriale del Canavese e per le eccellenze tecnologiche. La Provincia dello Shanxi, con i suoi 36 milioni di abitanti, è considerata la culla della cultura cinese e su di essa si sta concentrando l’interesse del governo cinese per lo sviluppo imprenditoriale e tecnologico, essendo ricca di materie prime e di industrie operanti nel settore elettrico ed elettronico.

Leggi anche:  Chiuso il Bar Patty dalla polizia

I commenti

La Presidente Paglia ha illustrato il panorama imprenditoriale di Ivrea e del Canavese ponendo l’accento sulla grande attenzione all’innovazione delle aziende del territorio: “Le imprese canavesane stanno evolvendo rapidamente verso produzioni innovative e sostenibili e guardano con grande interesse alle opportunità di internazionalizzazione che il mercato globale può offrire loro”. L’assessore Piccoli, dando il benvenuto alla delegazione e illustrando le attività in corso per la valorizzazione del patrimonio industriale riconosciuto Patrimonio Mondiale Unesco, ha affermato che: “L’amministrazione di Ivrea intende stare vicino al tessuto
imprenditoriale eporediese per supportarlo nello sviluppo studiando interventi specifici che trovino ricadute sul territorio; per questo l’interesse del mondo imprenditoriale internazionale costituisce uno stimolo e potrebbe diventare un’opportunità da cogliere”.