Incendi in Canavese: è stata una lunga notte di lavoro. Vari i fronti sui quali i volontari sono stati impegnati.

Incendi in Canavese: è stata una lunga notte di lavoro

Una notte che in pochi si dimenticheranno. Perché il Canavese ha bruciato in maniera intensa e lo sta facendo ancora adesso, anche se la situazione è senza dubbio migliorata, grazie all’enorme lavoro di tutti i volontari impegnati. San Carlo come Belmonte, Prascorsano come Cuorgnè, senza dimenticare le altre segnalazioni che hanno sono arrivate nella serata ieri, sono state decine le situazioni critiche verificatesi nel nostro territorio.

Belmonte e zone limitrofe in fiamme

Una delle zone più colpite è stata quella della collina del Santuario di Belmonte. Sia dalla parte verso Riborgo (dove ieri si è scatenato il rogo), come da quella verso Prascorsano, le fiamme hanno distrutto ettari i bosco, hanno lambito le case e messo paura a molte delle persone che vivono in quella zona. Vigili del fuoco, Aib, Carabinieri, Croce Rossa hanno operato incessantemente e lo stanno facendo anche ora per fermare le lingue di fuoco che hanno devastato un pezzo della nostra storia.

Evacuate precauzionalmente alcune famiglie

Nella zona di borgata Trucchi, a Valperga, stanotte in via precauzionale alcune famiglie sono state evacuate. Il lavoro è stato incessante, con gli uomini e le donne impegnate che si sono dati costantemente il cambio. La zona risulta devastata, con parte del parco e della zona sotto Belmonte che portano evidenti i segni del rogo.

Leggi anche:  Scoperti venditori abusivi in piazza della Repubblica, denunciati

Elicotteri in azione dalle ore 8.30

Stamattina è ripreso anche il lavoro dall’alto, dopo che i volontari, per tutta la notte, hanno dato, il loro contributo da terra. Dalle 8.30 infatti è ripreso il volo degli elicotteri, che stanno gettando acqua nei punti dove le criticità sono ancora evidenti. Maggiori approfondimenti su “Il Canavese” che troverete in edicola domani, mercoledì 27 marzo.

Situazione critica anche nella zona di San Carlo

Anche nella zona di San Carlo, verso il parco della Vauda, il fuoco è stato intenso ed è stata anche chiusa per un certo periodo una strada, visto che le fiamme si erano pericolosamente avvicinate alla carreggiata. Lungo il lavoro pure in borgata Bastiglia tra  Cuorgnè  e Borgiallo, dove il fuoco ha lungamento impegnato Vigili ed Aib.