Incidente ferroviario Caluso, due morti e venti feriti.

Incidente ferroviario Caluso

Si è aggravato nella notte il bilancio del disastro ferroviario avvenuto nella tarda serata di ieri ad Arè di Caluso. Sono due i morti accertati.
Il primo sarebbe il macchinista del treno regionale, Roberto Madau di 61 anni. L’uomo, residente ad Ivrea, nei prossimi mesi avrebbe raggiunto la pensione. La seconda persona che ha perso la vita in questo incidente è l’autista dell’auto che scortava il tir con il trasporto speciale.

Decine i feriti

Il treno che era partito da Torino Porta Nuova ieri sera alle 22.27 ed era diretto a Ivrea aveva una trentina di persone ha bordo. A seguito dell’impatto con camion al passaggio a livello di Arè tre dei quattro vagoni sono deragliati. Due persone sono state trasportate in codice rosso e una in codice giallo al Cto di Torino. Sei codici verdi, invece, all’ospedale di Chvasso mentre un giallo e un verde a Ciriè. Al San Giovanni Bosco di Torino sono invece giunte una persona in codice giallo e due in codice verde.

Leggi anche:  Scomparso l'ex cantoniere di Favria: lanciato l'appello

Le indagini

Sul luogo dell’incidente sono giunti il procuratore di Ivrea Giuseppe Ferrando, il comandante provinciale dei carabinieri di Torino, il colonnello Emanuele De Santis e il sindaco di Caluso Maria Rorsa Cena. Come prassi vuole sull’incidente sarà aperta un’inchiesta. Spetterà a questa definire le cause e le responsabilità.