Ivrea polemiche la minoranza abbandona l’aula per protesta

Ivrea polemiche

Ancora Ivrea polemiche nell’ultimo Consiglio comunale e la minoranza abbandona l’aula per protesta.  In discussione c’è una variazione al bilancio illustrata poco prima dall’assessore Elisabetta Piccoli. E pesantemente criticata dagli antagonisti politici, in primis   Francesco Comotto (Viviamo Ivrea).

Chi è andato via

Ma nelle file dell’esecutivo  si contano già da prima pochi presenti: Antonio Cuomo, Maria Piras e Costanza Casali sono andati via alla spicciolata tra mezzanotte e l’una.

Chi è rimasto

Ecco chi è rimasto: Enrico Marchiori, Anna Bono, Mara Bagnod e Marco Neri (Lega); Donato Malpede e Monica Girelli; oltre alla giunta del sindaco Stefano Sertoli e al presidente del Consiglio comunale, Diego Borla. E i conti sono  presto fatti  dagli antagonisti: senza di loro verrebbe meno il numero legale.

Salta il numero legale

Tant’è: dopo l’ennesimo botta e risposta tra l’assessore e i rappresentanti dell’opposizione sui conti in discussione (in particolare i contributi extra alle associazioni) si alzano nell’ordine i consiglieri del Pd (Maurizio Perinetti e Gabriella Colosso, mentre Fabrizio Dulla era già andato via). Poi Comotto e infine Massimo Fresc (M5S).

Leggi anche:  Area Elisoccorso invasa dalle pecore

Il salvataggio

A salvare la maggioranza ritorna Cuomo (oltre a Casali),   in meno di un quarto d’ora a palazzo civico, consentendo la votazione.  Vengono rinviati invece gli ordini del giorno.