La morte assurda di Erika Russo Testagrossa ha lasciato profondo dolore e sconcerto nella comunità di Loranzè.

La morte assurda di Erika Russo

Sono ancora increduli amici e parenti di Erika Russo Testagrossa, una ragazza allegra e solare, con tanta voglia di vivere e tanti progetti da realizzare. La sua vita è stata tragicamente spezzata per una fatalità.

Una serata fra amici

Erika aveva passato la serata insieme agli amici alla festa dei coscritti allo Shake di Ivrea. Una serata come altre, ma quando la ragazza è tornata a casa alle 4 di notte ha tentato di scavalcare il cancello, come faceva sempre, per non svegliare la sorella. Il maglione che indossava però è rimasto incastrato negli spunzoni e la ragazza è morta soffocata senza riuscire a liberarsi. E’ stata la sorella Anna a ritrovarla priva di vita intorno alle 9 del mattino.

Una ragazza solare con tanti progetti

Chi la conosceva bene racconta di una ragazza con la testa sulle spalle. Aveva compito 18 anni lo scorso aprile e frequentava l’ultimo anno dell’istituto alberghiero Gae Aulenti di Cavaglià, nel Biellese, con ottimi voti. Il suo sogno era quello di aprire un’attività con la sorella Anna, due anni più grande, che aveva frequentato la stessa scuola.

Leggi anche:  Giovane aggredito al bar in pieno centro a Ciriè

Oltre alla sorella Anna lascia la madre Tiziana, bidella al liceo scientifico Gramsci di Ivrea e il papà Mauro.

LEGGI ANCHE: Ragazza muore impiccata nella rete di recinzione di casa mentre scavalca