Grande cordoglio a Valperga, Castellamonte e in tutto il Canavese per la prematura scomparsa del 21enne Nicolò Venturino, che lascia la mamma Gisella, il papà Giovanni, la sorella Noemi e i nonni Michele, Franca e Maria.

In lacrime per Nicolò Venturino

La distanza è solo un problema geometrico. Ma l’assenza no. Non la si può risolvere con nessuna equazione. E’ quindi difficile trovare una soluzione per colmare il vuoto lasciato da Nicolò Venturino. Valperga, Castellamonte e il Canavese piangono la prematura scomparsa dell’amato 21enne. Il giovane valperghese è stato strappato troppo presto all’affetto dei suoi cari, da una malattia contro cui ha lottato come un coraggioso cavaliere fino alla fine. Amici, ex compagni di classe del Liceo Artistico Statale Felice Faccio, professori e semplici conoscenti in queste ore si stanno stringendo attorno all’immenso dolore dei familiari, della mamma Gisella, di papà Giovanni e della sorella Noemi.

Grande cordoglio

C’è una intera comunità in lutto, perché sono stati in tanti ad avere la fortuna di compiere un “pezzo di strada” insieme al 21enne. Porteranno indelebile nei loro cuori il ricordo del sorriso contagioso di Nicolò. Un ragazzo straordinario capace con la sua forza vitale di “ribaltare il mondo”. E andare oltre le difficoltà. Riusciva con ogni piccolo e semplice gesto a stupire, commuovere, divertire e far riflettere. Distributore infaticabile di empatia, Nicolò Venturino ha saputo dare valore al significato più sincero della parola amicizia. Condividendo con la sua adorata famiglia e i suoi cari tutte le sue grandi passioni. A cominciare dalla “sua” Juventus fino all’impegno mai venuto meno nella Pro San Rocco Braidacroce, di cui era anche presidente onorario.

Leggi anche:  Corteo contro il Decreto Sicurezza e la sorveglianza speciale, cinque denunce

Il ricordo degli amici di sempre

“Nicolò Venturino era un ragazzo favoloso – commenta Walter Sandretto, dell’associazione valperghese – Viveva per stare insieme alla gente. Era sempre allegro e solare. Ogni momento passato con lui era una gioia immensa. Porteremo sempre con noi il suo sorriso, gli abbracci e i suoi gesti. Ci ha insegnato molto, lasciandoci in eredità la sua voglia di vivere. Ci ha mostrato l’importanza dello stare insieme condividendo gli istanti felici. Di cogliere ogni attimo della nostra esistenza appianando le divergenze con gli altri, perché bisogna somigliarsi un po’ per comprendersi, ma bisogna essere pure un po’ differenti per volersi bene veramente. Abbiamo trascorso tante giornate bellissime con lui  nella Pro San Rocco Braidacroce. Era molto legato alla nostra e sua maglietta verde. Quando la indossava era felice”.

L’ultimo saluto

“A giugno, in occasione dell’ultima festa, sapendo dell’aggravarsi delle sue condizioni, eravamo molto indecisi se e come organizzare la manifestazione. – aggiungono dal sodalizio – E’ stato Nicolò con la sua incredibile e contagiosa forza d’animo a spronarci per realizzare al meglio l’evento. E’ stato al nostro fianco anche quella volta. Non dimenticheremo mai la sua contentezza quando è stato eletto mister Braidacroce. Nicolò è stato un grande. Ci ha insegnato molto sulla vita e avrà sempre un posto speciale nei nostri cuori”. Il rosario per Nicolò Venturino sarà recitato oggi, giovedì 9 agosto, alle 20.30 nella Chiesa parrocchiale di Valperga. I funerali avranno luogo venerdì 10 alle 15.30, nella chiesa parrocchiale, partendo dall’ospedale civile di Ivrea alle ore 14.45.