Maxi operazione antidroga, arrestato a Ivrea il regista delle operazioni di spaccio verso la Liguria e la Francia.

Maxi operazione antidroga

I Carabinieri di Ventimiglia, con la collaborazione del Nucleo Investigativo di Imperia e dei militari della Compagnia di Ivrea, hanno concluso un’operazione antidroga che ha portato, nella fase conclusiva, all’arresto in flagranza di cinque persone ed al fermo di indiziato di delitto di una sesta, con il sequestro di diciotto kilogrammi e mezzo di eroina, 645 grammi di cocaina e 50 grammi di hashish, nonché di quasi venticinquemila Euro in contanti, provento dello spaccio.

Le indagini

L’indagine, denominata “STONES EXPRESS”, era iniziata il 13 marzo scorso, con il rinvenimento di circa sette etti di eroina nel sottosella di uno scooter fermato a Ventimiglia, che i militari del Nucleo Radiomobile di Ventimiglia avevano fermato ed il cui conducente si era dato alla fuga.

Sono subito scattate le indagini e venerdì scorso è stata individuata la coppia incaricata delle “consegne”. Due uomini sono stati fermati mentre viaggiavano a bordo di un’auto con 710 grammi di eroina e 66 di cocaina nascosti in uno scomparto segreto.

Operazione congiunta

A questo punto è scattata una maxi operazione in contemporanea a Ventimiglia e Sanremo dove sono stati fermati rinvenuti 579,2 grammi di cocaina, 1 panetto da 50 grammi di hashish e 1,8 kg di eroina. Nello stesso momento a Ivrea e Torino sono stati sequestrati 16 kg di eroina suddivisa in 32 panetti da 0,5 kg cadauno nel luogo poi scoperto essere il deposito della droga. A Ivrea è anche stato arrestato W.S., un tunisino, sul quale ricadeva la responsabilità di “gestione” delle richieste e delle risorse a disposizione.

Leggi anche:  Crollo Ponte Morandi Genova: cosa sappiamo finora | VIDEOINTERVISTA e NUOVE IMMAGINI

Arrestato a Ivrea il regista della banda

W.S. è stato arrestato in flagranza di reato, unitamente ad un suo connazionale, venerdì sera, dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ivrea, che nel corso di una perquisizione a suo carico hanno rinvenuto, nell’alloggio popolare a lui assegnato e su una autovettura, occultati in un vano attivabile da un ingegnoso meccanismo elettrico, 16 kg di eroina suddivisa in 32 panetti da 0,5 kg, oltre 30 kg di verosimile sostanza da taglio e vario materiale per il confezionamento. La sostanza è stata sottoposta a sequestro, così come il materiale per il confezionamento.