Minacce e usura arrestato un 31enne di Ciriè.

Minacce e usura

Un 31enne di Ciriè è stato arrestato per minacce e usura arrestato un 31enne di Ciriè. A febbraio del 2017 la sua Mercedes  era stata colpita da due pallettoni calibro 12.  Poi  la pena detentiva per vecchi reati da scontare  in una comunità  dell’Agrigentino. Adesso per  Cristian T, le manette per altre accuse.

Le accuse

Infatti il giovane controllava dalla Sicilia l’attività, diciamo così, dei suoi uomini nel Ciriacese, Con un telefonino intestato a uno straniero. Così ha potuto vedere in diretta, nel febbraio scorso, uno dei suoi gregari, il tunisino Younes L., 30 anni, rifilare botte e minacce  a un commerciante di San Maurizio Canavese. Quest’ultimo  aveva ricevuto un prestito di 1500  euro dal 31enne ma non era riuscito a  restituire in tempo il debito.

La denuncia del commerciante

Che in poche settimane era salito già a 2100 euro. Quindi minacce e debito salito a  5 mila euro. Alla fine il commerciante aveva consegnato alla banda  500 euro in contanti, televisori tablet e due assegni  da 10 mila euro complessivi. Poi  la decisione di denunciare tutto alla Tenenza di Ciriè.