Papà muore dal dentista, l’impresa di pompe funebri si rifiuta di recuperare la salma.

Le pompe funebri rifiutano il trasporto

Come riportano i colleghi de Laprovinciadibiella.it, l’uomo che martedì scorso è morto nella sala d’aspetto di uno studio dentistico è rimasto per ore proprio nello studio di via de Gasperi a Biella. L’uomo, 46 anni,  ha avuto un infarto fulminante proprio sotto gli occhi impotenti del figlio. La prima impresa di pompe funebri, giunta sul posto, si è rifiutata di recuperare il cadavere, per paura di non essere pagata. E’ dovuto intervenire il Comune per risolvere il problema. Una situazione davvero penosa.
L’uomo lascia nel dolore la moglie e due figli.

Muore dal dentista

Un 46 enne si è improvvisamente sentito male e a nulla è valso il tempestivo intervento dei medici del 118. L’uomo, infatti, è morto sotto gli occhi del figlioletto che lo aveva accompagnato.  Il dramma è accaduto in uno studio medico di Biella, in via De Gasperi.