Non ha le monete del parchimetro: colpisce ausiliario del traffico. A Ciriè.

Colpisce ausiliario del traffico

A chi non è mai capitato di parcheggiare nella zona blu e di scoprire solo una volta arrivati al parchimetro di non avere con sé moneta? E’ ciò che è successo ad A. S., 69enne difesa dall’avvocato Franca Sapone residente all’epoca dei fatti a Ciriè. La donna aveva posteggiato la sua auto in via Vittorio Emanuele e, dopo essersi resa conto di non avere spiccioli, decide di andare a cambiare 50 euro nel negozio più vicino. Al ritorno, però, vede una ausiliare del traffico vicino al suo mezzo. A nulla sono servite le rimostranze della ciriacese: la multa, ormai, era già stata elevata e non si poteva stralciare. Fin qui sembra una storia come tante.

Due pugni sul volto

Come mai, allora, l’automobilista si è ritrovata sul banco degli imputati di un’aula di udienza penale presso il Tribunale di Ivrea? Secondo la ricostruzione dell’ausiliare, la 69enne le avrebbe prima lanciato sul volto una busta e poi l’avrebbe colpita con due pugni sul volto. A quel punto sono intervenute le forze dell’ordine.

Leggi anche:  Rapinano prostitute, nei guai due 42enni di Borgaro

Condanna a 4 mesi

La ricostruzione dell’imputata però è diametralmente opposta: nella giornata di ieri, martedì 9 aprile, si è difesa sostenendo di non averla mai colpita ma di aver solamente cerato di richiamare la sua attenzione per spiegarle le sfortunate circostanze. Il giudice Antonio Borretta del Tribunale di Ivrea ha confermato la richiesta del pubblico ministero e ha condannato la donna a 4 mesi con sospensione condizionale della pena.