Omicidio Settimo Torinese 26enne uccide il patrigno a colpi di pistola.

Omicidio Settimo Torinese

Ieri sera omicidio Settimo Torinese dove un 26enne ha ucciso il patrigno con sei colpi di pistola mortali. La vittima è Domenico Gatti, 59 anni,  residente  in via Fantina. A compiere il delitto il figliastro  C. C. 26 anni, anche lui residente in città.

La tragedia sabato sera

Sabato sera, 18 agosto,   C.C.  era a cena dalla madre e dal patrigno dove ha avuto una banale discussione con quest’ultimo. Il 26enne, non abitava con la coppia,  è andato via dopo la discussione. Ma poi è  ritornato dopo circa mezz’ora. Armato. Ha così esploso tre colpi, calibro 22, contro il patrigno. Due lo hanno ferito al torace mentre uno è finito  contro il muro della cucina. Seppur ferito il patrigno ha reagito e il figliastro gli ha sparato altri 6 colpi che lo hanno ferito mortalmente al torace.

L’arresto del 26enne

La moglie della vittima, madre dell’omicida, ha chiamato il 112 mentre il 26enne è scappato via. E’ stato poi fermato dai carabinieri  in strada a Settimo. Anche lui ha poi telefonato al numero di emergenza.  Il 26enne soffre di disturbi della personalità (non conclamati) e ora si trova piantonato all’ospedale di Chivasso. Il fascicolo del delitto è coordinato dal Pm di Ivrea  Molinari.

La pistola risultata rubata

La pistola è stata poi trovata in un campo vicino al luogo del delitto. E’ risultata rubata. Proseguono intanto le indagini dei carabinieri. Si tratta di una Beretta calibro 22, a uso sportivo. Intanto questa mattina, dopo aver passato tutta la notte piantonato in ospedale a Chivasso, il 26enne è stato portato in carcere a Ivrea. Seguiranno aggiornamenti.