Un marocchino in attesa di rimpatrio, è scappato dalla polizia e ha seminato il panico in aeroporto. Le piste di Caselle chiuse per almeno 20 minuti.

Panico a Caselle

Un uomo, di circa 30 anni, ha seminato il panico nel pomeriggio di ieri,  martedì 8 gennaio 2019, su una delle piste dell’aeroporto di Torino Caselle. Tutto è avvenuto in pochi istanti, quando il giovane è sfuggito ai controlli della polizia aeroportuale e si sarebbe spogliato per poi mettersi a correre nelle aree riservate ai velivoli.

In attesa di rimpatrio

Secondo quanto si apprende l’uomo sarebbe un marocchino di 30 anni in attesa del volo di rimpatrio (formalmente rimpatrio volontario, ovvero chiesto da lui stesso). L’uomo sarebbe dovuto salire sul volo della Royal Air Maroc per Casablanca ma durante l’attesa delle procedure, l’uomo sarebbe riuscito a eludere la sorveglianza degli agenti della PolAria, scappando sulle piste.

La fuga sulla torre falconieri

Nell’estremo tentativo di guadagnarsi la fuga, l’uomo si è arrampicato sulla torre falconieri dell’aeroporto Sandro Pertini minacciando di buttarsi giù se fosse stato rimpatriato. Soltanto dopo l’intermediazione degli agenti delle Forze dell’Ordine, dei sanitari del 118 e dei Vigili del Fuoco, il giovane si è convinto a scendere, dove ad attenderlo gli agenti l’hanno arrestato per resistenza. Alle operazioni hanno collaborato anche i militari della Guardia di Finanza. Durante le concitate fasi della vicenda, le piste dell’aeroporto sono rimaste chiuse per circa 20 minuti.