“Pasticcere in nero”: 30 consegne in poche ore. Casellese nei guai.

“Pasticcere in nero”

Prosegue incessante sul territorio l’impegno degli uomini della Tenenza della Guardia di Finanza di Lanzo Torinese comandati dal luogotenente Michele Veneziano. Nei giorni scorsi a San Francesco al Campo le Fiamme Gialle hanno controllato un furgoncino condotto da D.F.L.. 54 anni, di Caselle Torinese.

Privo di autorizzazioni

Nel corso degli accertamenti è emerso che l’automezzo trasportava prodotti da forno sfusi destinati a diversi bar del Ciriacese. Privo di qualsiasi autorizzazione sanitaria e in contenitori che, contrariamente a quanto previsto dalle normative a tutela della salute dei consumatori, erano privi delle indicazioni relative alla data e al lotto di produzione nonchè dell’elenco degli allergeni. Il casellese pertanto esercitava abusivamente l’attività di trasporto e distribuzione di prodotti alimentari sfusi. Nello specifico prodotti dolciari per conto di due pasticcerie di Torino.

Pesanti sanzioni

Nel corso del controllo i Finanzieri lanzesi hanno anche accertato che il conducente del furgone, nel corso delle prime ore del mattino aveva effettuato ben trenta consegne di analoghi prodotti in diversi bar della zona. Così oltre agli sviluppi di natura fiscale le Fiamme Gialle hanno proceduto nei confronti del trasgressore alla contestazione della violazione di cui all’articolo 6 (comma 6) che prevede la sanzione da 1.000 a 6 mila euro con la possibilità del pagamento in misura ridotta della somma di 2 mila euro. in merito a quanto contestato i militari hanno provveduto ad attivare l’Asl Città di Torino e l’AslTo4.