Pasticcere torinese tornerà a usare le mani dopo l’operazione. L’intervento all’avanguardia effettuato a Cto.

Pasticcere torinese tornerà a usare le mani dopo l’operazione

Straordinario intervento effettuato al Cto di Torino, che ha quasi il sapore del “miracolo”. Grazie alla bravura e alla preparazione del dottor Bruno Battiston, responsabile del reparto di Chirurgia dell mano e del professor Diego Garbossa, direttore della Neurochirurgia del nosocomio piemontese, un uomo ha riottenuto la possibilità di utilizzare le proprie mani.

Gli sono stati “riannodati” i nervi

A renderlo possibile un’operazione nella quale è stata utilizzata una tecnica innovativa, attraverso la quale i due medici del Cto hanno potuto letteralmente riannodare i nervi del paziente, il quale era rimastro tetraplegico all’indomani di un incidente automobilistico. L’uomo, un 52enne che faceva il pasticcere, aveva subito una lesione al midollo.

Ora potrà tornare a fare una serie di movimenti

Per mezzo di questo nuovo tipo di operazione i medici hanno potuto unire i nervi sani del midollo con quelli non funzionanti, permettendo così al paziente di tornare a fare una serie di movimenti che, attualmente, gli erano del tutto negati. In questa maniera, l’uomo riuscirà a fare cose che attualmente non riuscia più a fare, come ad esempio afferrare le cose, oppure scrivere su di una tastiera o muovere la carrozzina.