Pedofilia sul Lago Maggiore, l’uomo beccato a masturbarsi in auto con una ragazzina aveva in casa video e foto porno di bambini e resta in carcere. Manette anche per la madre della minore: si profila uno scenario di sfruttamento della prostituzione minorile. Lo riportano i colleghi di notiziaoggi.it

Pedofilia sul Lago Maggiore: uomo aveva in casa video e foto porno di bambini

Era stato bloccato a Stresa in auto con una ragazzina, e sulle prima pareva stesse masturbandosi davanti a lei. I carabinieri lo avevano subito arrestato per chiarire l’episodio, e in manette era finita pure la madre della ragazzina. Poi le forze dell’ordine hanno perquisito la casa dell’uomo (un 43enne) a Pallanza, trovando foto e video pedopornografici, alcuni che sembrano girati da lui stesso.

Le accuse

Adesso è finito nei guai con l’accusa di produzione e detenzione di materiale pedopornografico e atti sessuali con minore. Ma anche sulla madre della bambina, ospite da qualche giorno a casa dell’uomo, pende il sospetto dello sfruttamento della prostituzione minorile. Davanti al giudice i due si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

Leggi anche:  Legnaia in fiamme

LEGGI ANCHE: Pedofilo si masturba in auto con una bambina. Orrore a Stresa