Pusher arrestato per estorsione. A Borgaro Torinese.

Pusher in manette

“O mi dai i soldi oppure saranno guai per te e i tuoi genitori…”. I carabinieri della stazione di Caselle Torinese hanno arrestato, a Borgaro, un 39enne. Si tratta di F. P. di Venaria, ma da tempo residente a Borgaro, con le accuse  di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione.

Obbligo di dimora

Il venariese, che aveva l’obbligo di dimora a Borgaro, come misura preventiva per una rapina commessa tempo fa a Torino, dopo aver ceduto cocaina ad un borgarese invalido, trentottenne, ha iniziato a minacciarlo. Perché non avrebbe pagato 350 euro. Somma relativa a precedenti vendite di sostanze stupefacenti.

Teso la trappola

Il trentottenne, impaurito, si è rivolto ai militari. I carabinieri di Caselle hanno  così preparato  una trappola allo spacciatore. Quando  F. P.  è arrivato con 50 grammi di cocaina, pronto per ritirare anche gli altri soldi, è stato arrestato. Adesso si trova nel carcere  di Ivrea. Durante una perquisizione domiciliare, sono stati trovati nella casa del 39enne 4,5 grammi di hashish e un bilancino di precisione.