Quintali di acciaio rubati, i carabinieri di Cuorgnè arrestano un 38enne di origini slave senza fissa dimora ma le indagini proseguono.

38enne arrestato

I Carabinieri della Stazione di Cuorgnè, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ha condiviso le risultanze investigative poste in essere dai militari dell’Arma, hanno eseguito nel corso della scorsa notte una misura cautelare in carcere nei confronti di un cittadino slavo: Franco Ahmetovic, 38 anni, senza fissa dimora e con precedenti di polizia.

Quintali di acciaio rubati

Lo scorso maggio l’uomo, dopo essersi introdotto all’interno di una impresa metalmeccanica di Cuorgnè forzando il cancello di ingresso dell’azienda, si è impossessato di circa 20 quintali di acciaio (del valore di circa 2500€) caricandoli nel cassone del mezzo con il quale si era recato all’interno dell’attività, prima di darsi repentinamente alla fuga.

Le indagini

La meticolosa e complessa attività investigativa avviata dai militari della Stazione di Cuorgnè che hanno visionato le immagini delle telecamere di videosorveglianza dell’azienda e le cui indagini si sono estese a tutta la provincia torinese, ha permesso di risalire ed individuare l’autore del furto.
Nel corso di un blitz operato nelle prime ore dell’alba dai militari della Compagnia di Ivrea il malvivente è stato rintracciato nel capoluogo piemontese e condotto presso il carcere di Ivrea.
Le indagini, al momento, sono ancora in corso e non si esclude che il metodo investigativo attuato dai Carabinieri della Compagnia di Ivrea possa portare ulteriori frutti, risalendo non soltanto ai complici dell’episodio in questione, ma accertando la responsabilità di una serie di altri analoghi eventi consumati nel recente periodo, nel territorio canavesano.