Ragazza muore impiccata rimanendo impigliata nella rete metallica della recinzione di casa per non svegliare la sorella.

Ragazza muore impiccata

E’ stato un risveglio tragico e choccante per una famiglia di Loranzé. Nelle prime ore di oggi, domenica 3 novembre 2019, infatti, una ragazza di soli 18 anni nel tentativo di scavalcare la recinzione di casa è rimasta impigliata nella rete metallica della recinzione di casa. Non appena ci si è accorti del drammatico incidente è scattata la chiamata al 118 che nonostante l’arrivo rapido nell’abitazione di Loranzé non ha potuto fare altro che constatarne il decesso

Indagano i carabinieri

Sul luogo sono giunti i carabinieri per ricostruire l’esatta dinamica di quella che appare una tragica disgrazia. La  studentessa nel tentativo di rientrare a casa, dopo una serata trascorsa in discoteca, per non fare rumore e svegliare la sorella con cui viveva, ha deciso di scavalcare la rete di recinzione della casa. Purtroppo, però, mentre stava per scendere all’interno della proprietà il maglioncino che indossava si è impigliato nella rete metallica della struttura. Il tutto, proprio all’altezza del collo. La ragazza, appena 18enne, non è riuscita a liberarsi dalla presa dell’indumento e sarebbe morta per asfissia.

Leggi anche:  Droga nascosta nelle aiuole e vicino ai bidoni, controlli straordinari dei carabinieri | VIDEO

Trovata dalla sorella

A rinvenire il cadavere della ragazza, la sorella con cui viveva nella casa di Loranzé dove è avvenuta la tragedia. Sono in corso i corso da parte Carabinieri attesa medico legale.