Ragazza suicida sotto il treno. Non ha pace neanche da morta Beatrice Inguì, la ragazza che mercoledì scorso si è gettata sotto un treno alla stazione di Torino Porta Susa.

Ragazza suicida sotto il treno

E’ assurdo morire a 15 anni. E’ assurdo suicidarsi a 15 anni. E’ assurdo che la società e i modelli di oggi portino una ragazza così giovane a soffrire per il suo peso a tal punto da non voler più vivere. La cosa più assurda di tutte però è che ci siano persone talmente cattive e ignoranti da non lasciarla in pace neanche da morta. Beatrice Inguì mercoledì mattina ha deciso di farla finita e si è gettata sotto il regionale Torino Milano. Era in stazione con altri compagni ad attendere il treno che l’avrebbe portata come tutte le mattine a Vercelli, dove frequentava il liceo musicale. Sul suo diario scriveva “Sono troppo grassa”, sarebbe questo secondo gli investigatori il motivo che avrebbe spinto la ragazzina a togliersi la vita.

La vergogna sui social

Esiste un gruppo, come purtroppo ce ne sono molti sui social, dove i leoni da tastiera si nascondono, chiamato “Giente honesta”.  Su questo gruppo si sprecano insulti di ogni tipo verso qualsiasi persona. Stavolta hanno colpito anche la povera Beatrice. «Non sapevo che farsi mettere sotto da un treno fosse un metodo rapido di dimagrimento». «Lei voleva solo farsi assottigliare dall’impatto». Sono due dei tanti commenti vergognosi apparsi sul gruppo privato che conta quasi 55mila membri. Post incredibili e inaccettabili a commento della morte di Beatrice. Ignoranza che si commenta da sola e spaventa.