Rapina a mano armata, è successo a San Benigno Canavese dove è andato in scena un blitz da paura in una tabaccheria del paese.

Rapina a mano armata in tabaccheria

Si sono vissuti attimi di vera paura l’altra sera in via Carlo Alberto a San Benigno Canavese. Una frequentatissima tabaccheria del paese è stata infatti teatro di una rapina a mano armata. E’ accaduto tutto in una manciata di minuti intorno alle 19.30. Il titolare dell’attività stava, infatti, chiudendo quando i malviventi lo hanno colto di sorpresa. Uno dei rapinatori pistola alla mano gli ha intimato di rientrare in tabaccheria.

Blitz da paura

Una volta entrati all’interno del negozio gli autori della rapina a mano armata hanno, quindi, intimato al tabaccaio di consegnare loro l’incasso di tutta la giornata. Al malcapitato commerciante non è pertanto restato che aprire il registratore di cassa. L’uomo ha consegnato ai banditi tutto l’incasso. I rapinatori hanno arraffato il malloppo, circa 1000 euro, e si sono dileguati a piedi.

Leggi anche:  Nubifragio e una tromba d'aria a Volpiano: alberi spezzati e danni ad abitazioni

Caccia ai balordi

I tre rapinatori hanno quindi fatto perdere rapidamente le loro tracce. Forse ad attenderli c’era poco distante un quarto complice alla guida di un’auto. Il titolare della tabaccheria ha subito chiamato le forze dell’ordine. Sulla rapina a mano armata di via Carlo Alberto sono infatti in corso le indagini dei Carabinieri di Volpiano. Dopo l’episodio i residenti e i commercianti della zona sono tornati a chiedere con forze l’installazione di un sistema di videosorveglianza comunale in centro.