Una vicenda a lieto fine tra Cuorgnè e Castellamonte. E’ stata ritrovata viva nel cuore della notte la 67enne, scomparsa da casa ieri, 23 dicembre, dopo aver litigato con la figlia.

Ritrovata viva nel cuore della notte

Tutto è bene quello che finisce bene è il titolo di una commedia shakespeariana, ma anche l’estrema sintesi di quanto è accaduto ieri notte tra Cuorgnè e Castellamonte. In località Piova, infatti, si sono vissuti attimi di apprensione per una 67enne scomparsa da casa dopo un litigio in famiglia. A far scattare l’allarme, secondo una prima ricostruzione di quanto accaduto, il timore che la donna potesse compiere, come annunciato, un gesto “disperato”.

Le ricerche

Alle 23 scattano quindi le ricerche da parte dei Vigili del fuoco canavesani e torinesi, della Croce Rossa Italiana e dei carabinieri della compagnia di Ivrea. L’auto della donna, poi ritrovata viva nel cuore della notte, viene individuata subito parcheggiata in località Piova, lungo la Provinciale che collega Cuorgnè e Castellamonte. Sul posto interviene anche il vice sindaco della città della Ceramica, Teodoro Medaglia, per seguire lo svolgersi delle ricerche.

Leggi anche:  Matteo Salvini sulla sparatoria a Ivrea: "Io sto col tabaccaio"

Ore di apprensione

Sono momenti di grande apprensione. Inutili tutti i tentativi di rintracciare al telefono la 67enne. All’interno della sua macchina vengono, infatti, ritrovati il telefonino e la borsetta. Si teme il peggio. I pompieri di Castellamonte e Ivrea, con l’ausilio dei colleghi di Torino e del nucleo Saf, intensificano le ricerche. I soccorritori concentrano le loro ricerche a Piova, setacciando a fondo le sponde dell’Orco. Intervengono in zona anche i cinofili. Dopo ore di ricerche, la buona notizia: la donna viene ritrovata viva nel cuore della notte. La 67enne ha infatti trovata riparo a casa di un’amica.