Rocca, addio a Livio e Pluto amici nella vita e insieme nella morte.

Rocca, addio a Livio e Pluto amici nella vita e insieme nella morte

Rocca in lutto per l’ultimo saluto agli amici Livio Chiadò Rana 71 anni e Francesco Abluton 65 anni detto “Pluto”. Era un ex dipendente Enel. Due grandi amici, un unico funerale. In piazza Osella un colpo d’occhio che mai si era visto: una marea di persone da tutto il Canavese Ciriacese ad attendere le due salme. Pluto è stato accompagnato a spalla da casa sino alla chiesa di Maria Vergine Assunta. Da Lanzo giungeva invece l’amico Livio. Ad attenderli per la benedizione e l’accoglienza il Vicario Episcopale don Claudio Baima Rughet, il parroco di Rocca Don Luigi Filiol, il diacono Giovanni Farina e Frate Mario.

Due persone perse nel giro di poche ore

«Nel giro di poche ore tra sabato e domenica, Rocca ha perso due persone molto conosciute che hanno fatto la storia recente del paese. Francesco Abluton e Livio Chiadò Rana, che per tutti erano “il Pluto” e “il Livio di case Pit” ricorda commosso il sindaco di Fabrizio Bertetto che di entrami era caro amico. “Il Pluto era un ex dipendente dell’Enel molto conosciuto in tutto il Canavese. La simpatia, la cordialità, la sua contagiosa allegria erano le sue doti principali. Ogni giorno aveva sempre un sorriso e una battuta per tutti quelli che incontrava in piazza a Rocca o nei paesi vicini. Negli anni passati ricordo il suo impegno nell’organizzare le feste dell’Avis di Rocca. Era da anni socio del Gruppo Pescatori”, ha proseguito il primo cittadino.

Leggi anche:  Avis Nole in festa per i 60 anni di storia

Un intero paese ad accogliere i due feretri

Nella chiesa ad accogliere gli “amici” le voci del coro parrocchiale. Gremita ogni parte della chiesa. Le due bare una accanto all’altra. Simbolo di una vita trascorsa insieme. E che seppur con compiti diversi hanno entrambi dedicato ai giovani. Accanto le bandiere e gagliardetti dei Coscritti di Corio del ’47, del Gruppo Avis, e della Scuola Media Roncalli. «Anche Livio come Pluto – prosegue Bertetto – Era molto conosciuto in paese. Sempre umile e allegro, era tra i più laboriosi organizzatori delle feste Avis. Un tempo ed ultimamente del “Rocka and Roll” dove lui sapeva fare tutto». Emozione per il loro ricordo sia come gruppo Avis che come Gruppo giovani. Un plauso liberatorio ha salutato “il Pluto” e “il Livio di case Pit”. Al termine della funzione l’ultimo addio prima del corteo funebre sino al cimitero di Rocca. Il saluto ad entrambi e sono gli “amici delle Vespe”. A far rombare i motori tra un battimani corale di centinaia di amici: i palloncini colorati mossi dalla brezza, poi Corrado, il figlio di Pluto, tagliare il filo e su nel cielo eccoli sono loro…