Sospesa la licenza di esercizio per venti giorni ad una sala scommesse del torinese. Il locale era diventato una base di spaccio. Intervento della Polizia.

Sala scommesse trasformata in base di spaccio

Ubicata in Corso Vittorio Emanuele, la sala scommesse e VLT era ormai diventata una vera e propria base di spaccio. Le indagini – condotte dal Commissariato Centro – hanno fornito numerosi elementi a sostegno del provvedimento del Questore con il quale è stata sospesa per venti giorni la licenza dell’esercizio commerciale. Le indagini svolte dal Commissariato Centro hanno rilevato un consistente attività di spaccio nei pressi del locale, dove cittadini stranieri erano soliti svolgere i loro traffici illeciti.

Le indagini delle Polizia

Nei giorni scorsi è stato dunque eseguito un controllo straordinario: i poliziotti hanno fatto ingresso nel locale, identificando diversi avventori con precedenti di polizia. Tra questi è stato arrestato un senegalese che, alla vista degli agenti del Commissariato, ha deglutito alcuni ovuli nascosti nel cavo orale. In altre 3 circostanze nel corso degli ultimi 6 mesi, sempre personale della Polizia di Stato ha registrato una presenza significativa nel locale di persone con precedenti di polizia o irregolarmente residenti nel territorio nazionale.

Leggi anche:  Scomparso l'ex cantoniere di Favria: lanciato l'appello

Chiusura del locale

La sala scommesse era ormai diventata una base di spaccio. La presenza di pregiudicati pericolosi e la costante attività di spaccio rendono l’esercizio commerciale un pericolo per la sicurezza dei cittadini e per l’ordine e la sicurezza pubblica. Da qui la decisione di inibire ulteriori attività illecite, attraverso la temporanea chiusura del locale.