Sequestrati 400 kg di botti illegali: 2 gli arrestati nell’ambito dei servizi pianificati per i festeggiamenti di Capodanno dal Questore di Torino, Francesco Messina.

400 kg di botti illegali

Nell’ambito dei servizi pianificati per i festeggiamenti di Capodanno il Questore di Torino, Francesco Messina, ha predisposto, negli ultimi giorni, specifici servizi per il contrasto alla produzione e al commercio illegale di prodotti esplodenti, artifici pirotecnici nonché di giocattoli pirici. Complessivamente le operazioni di questi giorni hanno consentito di sequestrare oltre 600 artifizi per circa 400 kg lordi di materiali. Gli artifizi vengono venduti in confezioni colorate dai nomi accattivanti come Golden Year, Space Party, Rambo K33, Peacefull Land, Ventaglio Matilde, The Ferris Wheel, Duomo Milano, Gargano, Trulli, Arena Di Verona, 36 Magnum.

Due arrestati

I poliziotti hanno arrestato un cittadino italiano di 66 anni, V.Q., per il reato di detenzione illegale di armi o parti di esse, di munizioni, di esplosivi e aggressivi chimici. L’uomo era già stato arrestato nel 2015 per lo stesso tipo di reato ed era attualmente sottoposto alla misura della messa in prova presso la Protezione Civile in relazione al reato di pedofilia accertato sempre nello stesso anno. In un esercizio abusivo in via Verolengo a Torino il 66enne si occupava della vendita al dettaglio degli artifici e utilizzava quel luogo anche come deposito merce. Gli agenti del Commissariato “Barriera Milano” hanno arrestato un ragazzo italiano 25 anni, G.M., con precedenti di polizia, per detenzione illegale di armi o parti di esse, di munizioni, di esplosivi o aggressivi chimici. All’interno del mercato rionale di piazza Foroni i poliziotti, in servizio di perlustrazione dell’area contro la detenzione e la vendita illegale di artifizi pirotecnici, hanno notato il giovane prelevare da sotto il banco un sacchetto per poi cederlo ad un acquirente. Gli operatori sono intervenuti immediatamente costatando che si trattava di 22 grossi petardi privi di etichetta per un totale di circa 800 grammi e 8 fontane pirotecniche di categoria 5/C e F2. L’esame effettuato sugli artifizi, da parte di personale specializzato, ha consentito di confermare la natura esplosiva e la pericolosità di quegli artifizi. Si tratta di composti stabili fino all’innesco che però può avvenire con più modalità, accensione diretta di una fiamma, per riscaldamento o per urto violento, quindi anche nel maneggio accidentale.

Leggi anche:  7 kg di hashish abbandonati sull'autobus | FOTO e VIDEO

5 denunciati ad Ivrea

Gli agenti del Commissariato di Ivrea hanno scoperto e sequestrato un’immobile di circa 400 metri quadrati utilizzato come fabbrica clandestina di materiale esplosivo. Con l’ausilio di personale del Reparto Prevenzione Crimine di Torino e delle squadre degli Artificieri e dei Cinofili specializzati nella ricerca di armi ed esplosivi, hanno individuato lo stabile in oggetto e hanno denunciato 5 persone per produzione e commercio clandestino di esplosivi, ricettazione e sostituzione di persona. Si tratta di tutti cittadini italiani con età comprese tra i 63 e i 33 anni.