Si presentava tutti i giorni alla Polizia mentre continuava i suoi traffici illeciti.

Si presentava tutti i giorni

Un senegalese si presentava tutti i giorni alla Polizia mentre continuava i suoi traffici illeciti ed è stato fermato  per rapina aggravata e ricettazione. Era stato notato dagli agenti della Squadra Volante sabato mattina durante un servizio di pattugliamento dell’area di corso Principe Oddone. Il ragazzo, un 19enne del Senegal, alla vista della Polizia si era affrettato ad entrare all’interno di un bar di via Ravenna, i poliziotti lo hanno raggiunto sorprendendolo nel tentativo di disfarsi di un sacchettino contenente marijuana.

L’obbligo di presentazione

Da una settimana era terminata la misura degli Obblighi di presentazione alla Polizia Giudiziaria a suo carico ma a quanto pare il giovane non ha mai smesso di delinquere. La perquisizione domiciliare ha consentito il rinvenimento di 9 telefoni cellulari, diversi involucri di marijuana, 1 bobina di cellofan trasparente utilizzata per confezionare lo stupefacente, 1 stereo privo di frontalino e oltre 800 euro in contanti. Due dei nove telefoni cellulari erano stati denunciati a seguito di rapine subite a fine marzo.

Leggi anche:  Malore improvviso, addio al vicesindaco di Carema Giovanni Aldighieri

Il numero di “mamma”

Grazie al numero registrato in rubrica come MAMMA, gli agenti sono riusciti subito a mettersi in contatto con il proprietario, che riconosceva lo straniero come responsabile della rapina subita, e al quale hanno restituito il telefono. Il giovane, irregolare sul Territorio Nazionale, è stato sottoposto a Fermo di Polizia Giudiziaria per i reati di rapina aggravata e ricettazione, oltre ad esser stato denunciato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.