Spari a San Giorgio: 44enne in stato di morte cerebrale. Restano gravissime le condizioni di Laurent Radici, ferito lo scorso giovedì 10 gennaio.

Spari a San Giorgio

Sono gravissime le condizioni di Laurent Radici, il 44enne di origini sinti ferito a colpi di pistola a San Giorgio Canavese lo scorso giovedì 10 gennaio. L’uomo è attualmente ricoverato all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino. Questa mattina i medici del nosocomio torinese hanno dichiarato lo stato di morte cerebrale di Laurent Radici che era stato colpito al volto mentre si trovava nel cortile della sua abitazione in strada Montalenghe.

Morte cerebrale

Il 44enne ferito a colpi di postola a San Giorgio Canavese era stato soccorso dal personale medico dell’ospedale di Ivrea. Quindi era stato portato d’urgenza al San Giovanni Bosco di Torino, dove era stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Su quanto accaduto a San Giorgio Canavese sono in corso le indagini dei carabinieri della compagnia di Ivrea.

Indagini in corso

Gli inquirenti starebbero seguendo una pista ben precisa in merito al 44enne ferito a colpi di pistola a San Giorgio Canavese. Molto probabilmente si è trattato, infatti, di un regolamento di conti. Il ferimento a colpi di pistola del sangiorgese, di etnia sinti, sarebbe accaduto intorno all’una di pomeriggio di giovedì scorso. L’episodio si è verificato lungo la stessa provinciale, ma nel Comune di Montalenghe, dove nel 2017 perse la vita un operaio di San Giusto Canavese, Gabriele Raimondi.