Street food ritorna in piazzale Michelangelo per il terzo anno consecutivo.

Street food da domani

Per il terzo anno consecutivo il cibo di strada sarà protagonista a Leini con lo “Street Food Festival” che animerà piazzale Michelangelo da venerdì 12 a domenica 14 aprile. L’evento è organizzato dall’’Associazione Italiana Cuochi Itineranti per promuovere la preminenza della cultura gastronomica sull’avvilente commercializzazione del cibo e su ogni forma d’ignoranza alimentare con l’obiettivo di salvaguardare i valori della cucina italiana. L’Associazione Italiana Cuochi Itineranti dalla sua nascita lavora intensamente alla valorizzazione, alla ricerca e all’ampliamento della conoscenza della cultura gastronomica italiana.

Si parte dal pranzo

Si comincia con il pranzo di venerdì 12 fino alla cena di domenica 14 aprile. Tre giorni di “cibo da strada” con operatori selezionati e rappresentanti la qualità del territorio locale e delle diverse regioni italiane. All’interno del “villaggio” si potranno gustare i classici del cibo da strada come la grigliata di carne, gli arrosticini, la focaccia al formaggio, la patata twister e i bomboloni alla crema come dessert. Ma anche il meglio del cibo da strada italiano: gli hamburger di fassone, gli arancini siciliani, le olive ascolane dop e il fritto di mare.

Leggi anche:  Delitto dei Murazzi, Stefano ucciso per uno scambio di persona

Profumi dal Messico

Ospiti internazionali, la cucina messicana e quella americana con i maxi hamburger e gli hot dog! Il tutto preparato e cucinato al momento da “chef”, selezionati dagli organizzatori, che parteciperanno con i loro caratteristici stand o con i loro mezzi attrezzati. Ad accompagnare la qualità del cibo la birra artigianale italiana e belga.
Tutte le informazioni aggiornate sull’evento si potranno trovare alla pagina Facebook dell’Associazione Italiana Cuochi Itineranti.

Tante specialità

Tra le proposte “il profumo della focaccia può far commuovere sino alle lacrime un ligure che viva lontano da casa; non è il solito profumo di pane: è il profumo di focaccia, tutto diverso, unico.  La focaccia può ispirare pensieri sublimi e poetici anche a chi ha l’anima di coccio. E non credo esista persona al mondo che non ami la focaccia; basta assaggiarla una volta, per innamorarsene.” Dove? A Leini da domani, venerdì 12.