Ancora segnalazioni di “discariche a cielo  aperto” in Canavese. L’hashtag “tagga il maiale”, coniato dal sindaco di Cuorgnè Giuseppe Pezzetto, vale anche per Favria, dove continua l’abbandono selvaggio di rifiuti in paese.

Tagga il maiale a Favria

Ancora segnalazioni di “discariche a cielo  aperto” in Canavese. L’hashtag “tagga il maiale”, coniato dal sindaco di Cuorgnè Giuseppe Pezzetto, vale anche per Favria, dove continua l’abbandono selvaggio di rifiuti in paese. Sembra infatti  che il «vizio» di scaricare abusivamente di tutto nel comune di Favria continui. E’ il caso, nei giorni scorsi, di un distributore automatico, che è stato letteralmente abbandonato in via Monte Soglio, a poche decine di metri dalle case. L’apparecchio, che potrebbe essere stato asportato nel corso di un «colpo» messo a segno di malviventi, è stato attualmente recuperato dai carabinieri della stazione di Rivarolo, che stanno conducendo le opportune indagini al fine di risalire alla provenienza.

Zona industriale

Intanto, dal Municipio, dopo anche le segnalazione syile “tagga il maiale”, fatte da «Il Canavese» riguardo lo scarico senza ritegno di pattume nell’area industriale, qualcosa sembra muoversi. In senso positivo. Infatti, attraverso un’indagine condotta nei giorni scorsi la Polizia municipale sarebbe vicina a risalire ai possibili «proprietari» del materiale indebitamente scaricato.

Leggi anche:  Puliamo il Mondo con i ragazzi delle scuole di Cuorgnè e Salto

Le parole del sindaco

«Inoltre – precisa il sindaco Vittorio Bellone – grazie alla disponibilità delle aziende presenti in zona, grazie all’utilizzo delle telecamere presenti, speriamo di poter risalire ai mezzi utilizzati per il trasporto dei rifiuti e quindi avere modo per risalire ulteriormente agli autori di tali gesti deprecabili».