Vandali infrangono una vetrata della scuola di Castellamonte. I teppisti hanno approfittato del buio per introdursi nel plesso scolastico.

Vandali

Vandali in azione a Castellamonte. Ignoti hanno infranto una vetrata della scuola media Cresto con delle pietre, hanno bivaccato nel cortile interno, lasciando a terra delle bottiglie di vetro di birra e delle cartacce e, per completare l’opera, hanno tagliato i fili elettrici del cancelletto di ingresso dell’istituto. E’ questo il triste bilancio del raid compiuto nello scorso week-end in via Carlo Trabucco, a due passi dal centro del paese.

Un’amara sorpresa

Bravata di qualche studente bocciato o di ragazzi annoiati? I teppisti hanno approfittato del buio per introdursi nel plesso scolastico. Hanno poi raggiunto il cortile interno e lontano da occhi indiscreti hanno allestito la loro «postazione di tiro». Prima di allontanarsi hanno poi danneggiato il cancelletto d’ingresso. Lunedì mattina, 7 ottobre, al rientro in classe l’amara scoperta di quanto accaduto da parte del personale scolastico che ha subito avvisato il dirigente Federico Morgando.

Leggi anche:  Controlli della polizia e dell'Asl, due locali multati

La denuncia

Il preside ha informato il Comune del blitz e quindi si è recato in caserma dai Carabinieri per sporgere regolare denuncia contro ignoti. Le lezioni si sono svolte regolarmente anche perché i danni più gravi si sono registrati alla segreteria. «Siamo dispiaciuti ed amareggiati per quanto accaduto – commenta Morgando – E’ stato un atto vandalico fine a se stesso. Faremo interventi e lezioni di educazione civica alla legalità». Purtroppo, non è l’unico episodio spiacevole accaduto quest’anno alla Cresto. A febbraio, infatti, si era registrato un tentato furto. Dopo aver forzato il cancello carraio lato cortile interno e rotto la serratura della porta a vetri antipanico al primo piano, ma senza poi portare via nulla.