VOLPIANO. Anche il gruppo cinofili di Volpiano è partito mercoledì 24 agosto per prestare soccorso nelle zone colpite dal terremoto. Fondamentale è il loro intervento nella ricerca dei dispersi tra le macerie.

VOLPIANO. Anche il gruppo cinofili di Volpiano è partito mercoledì 24 agosto per prestare soccorso nelle zone colpite dal terremoto. Fondamentale è il loro intervento nella ricerca dei dispersi tra le macerie. E’ fermo a 38 vittime ma è destinato a salire, secondo la Protezione civile, il bilancio del sisma che la scorsa notte ha devastato il Centro Italia, mentre la terra continua a tremare. E un calcolo non ufficiale secondo le agenzie di stampa porterebbe il numero di morti a 63. In particolare, i morti ad Amatrice (Rieti) sono almeno 35: le salme sono state depositate in due cortili. Altri 11 morti si sono avuti ad Accumoli, sempre nel reatino. Sono invece 17, ultimo dato aggiornato, le vittime portate nell’ospedale di Ascoli Piceno. Qualche centinaio i feriti e un numero imprecisato di dispersi.  Fra loro, oltre alle persone morte ad Arquata e Pescara del Tronto.