Gli Alpini Leini hanno ricordato lo scorso 3 novembre la fine della Gurande Guerra con una cerimonia semplice ma dall’alto valore simbolico.

Alpini Leini

E’ stata una cerimonia semplice ma dall’alto valore simbolico quella organizzata sabato sera, 3 novembre, al Parco della Rimembranza dal Gruppo Alpini sezione di Leini. Le penne nere si sono riunite, così come richiesto dal presidente nazionale, in occasione del centenario della firma dell’Armistizio che pose fine al primo conflitto mondiale.

Le autorità presenti

All’appuntamento hanno partecipato anche il sindaco Gabriella Leone e le associazioni bersaglieri Carlo Gremo e carabinieri Salvo D’Acquisto. Dopo la deposizione di una corona, il silenzio d’ordinanza c’è stata la lettura della lettera, da parte del capogruppo Alessandro Gays, inviata dal Presidente Nazionale Sebastiano Favero. Al termine della cerimonia i presenti si sono trasferiti alla Baita Caviet per un rinfresco.

La lettera del Presidente Nazionale Sebastiano Favero

«Sono passati cento anni ma per noi Alpini – ha scritto – il tempo non è passato se non sul calendario. Per noi è come se fosse oggi, fedeli all’impegno preso dai nostri vecchi e soci fondatori. E’ con questo spirito e con questi sentimenti di memoria e di riconoscenza che siamo qui di fronte al monumento che ricorda i nostri Caduti di tutte le guerre e con loro idealmente tutti i Caduti di ogni parte morti nel compimento del loro dovere. Tocca a noi saper cogliere appieno il loro messaggio, il loro grido che ci invita e sprona a costruire una società libera e in pace».