Apolide Festival 2019 gran finale con Arturo Brachetti domenica sera nell’area naturalistica Pianezze di Vialfrè.

Apolide Festival  2019

Questa sera domenica 21 luglio, per la grande chiusura dell’Apolide Festival, oltre ai tanti ospiti musicali comerovere e THE SWEET LIFE SOCIETY, è atteso nel bosco di Vialfrè il World Master of quick change, il grande Maestro del trasformismo internazionale: ARTURO BRACHETTI.

Arturo Brachetti

L’artista acclamato in tutto il mondo è protagonista di Arturo racconta Brachetti – intervista frizzante tra vita e palcoscenico, una serata speciale fatta di confidenze, ricordi e viaggi fantastici. Dalla fine degli 60 circa, ha riportato in auge,  l’arte  pressoché scomparsa dalla morte di Leopoldo Fregoli. Originario di una famiglia di Corio, un paese vicino a Lanzo Torinese, sia il padre che il nonno erano dipendenti alla Fiat. Arturo, primogenito di quattro fratelli. Da bambino studia dapprima al Collegio  San Filippo Neri di Lanzo, quindi all’Istituto Maria Ausiliatrice.

L’evento a Vialfrè

L’evento è organizzato da Associazione Culturale To Locals e, da questa XVI edizione, insieme ad Associazione Culturale Hiroshima Mon Amour. Un grande successo che si aggiunge all’importante crescita di pubblico già registrata nelle due serate precedenti (giovedì 19 e venerdì 20 luglio). Sabato 20 luglio, terza giornata del festival che ha visto protagonisti FRANCO 126, MYSS KETA, GIORGIO POI, ANDREA LASZLO DE SIMONE e tanti altri, la splendida Area Naturalistica Pianezze di Vialfrè (TO) è stata letteralmente invasa da migliaia di spettatori, portando Apolide a dichiarare il SOLD OUT dell’evento.