Tre giorni di argilla, arte e artigianato. Ultimi preparativi a Castellamonte per «Buongiorno Ceramica». L’edizione 2019 della «festa diffusa» approda nel paese dell’arco di Pomodoro nei giorni 17, 18 e 19 maggio.

Buongiorno Ceramica

La kermesse Buongiorno Ceramica si apre Venerdì 17 maggio alle 11 al Martinetti. L’ex cinema del paese è pronto ad ospitare «CeramicaCultura», Talk Mirco Denicolò: «Artigianato digitale – la Ceramica al tempo della stampa 3d». Alle 17.30 sempre all’ex cinema di via Educ taglio del nastro per le esposizioni: «Personaggi in Terra Rossa» con opere di Angelo Pusterla e Vito Capocefalo, e «Collettiva soci Artisti della Ceramica in Castellamonte». Le due mostre saranno visitabili poi sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.

Tre giorni di eventi

Sabato 18 maggio, alle 11.30, a Palazzo Botton, spazio a «IperCeramica». Sempre nell’ambito di Buongiorno Ceramica a rubare l’occhio ci penseranno «Alchemiche iperpiramidi»: le installazioni di strutture in ceramica realizzate dagli artisti Giacomo Lusso e Carlo Sipsz. Alle 15, tutti in via Caneva, per l’inaugurazione del pannello «Omaggio ad Arnaldo Pomodoro» a cura dell’Associazione Artisti della Ceramica in Castellamonte. Si proseguirà alle 17 al Cantiere delle Arti, con CeramicArtE e l’ouverture della Mostra dei «Teatri delle Cose» a cura di Domenico Iacarà.

Leggi anche:  Nuova modalità di pagamento al Punto Acqua Smat di Volpiano

Aspettando la Mostra numero 59

Il 19 maggio «la Ceramica contamina il tessuto urbano». Si parte alle 10, nella Palestra di via Trabucco, con l’attesa inaugurazione dell’installazione «Pannelli sportivi» in ceramica, realizzati dagli allievi della sezione «Design Ceramica» del 25 Aprile-Faccio. Alle 11,30 in piazza St.Amand, installazione di «Concept»: opera realizzata da Roberto Perino. Alle 12, in piazza Martiri pranzo conviviale «Legame tra cibo e ceramica» a cura della Pro Loco. Sempre il 19 maggio «Giocare ConCretaMente»: attività didattiche e manipolazione dell’argilla per bambini e ragazzi. Forni all’aperto, cotture ceramiche, la ceramica unita attraverso l’elemento del fuoco a cura dell’Associazione Artisti della Ceramica. Invece, a Casa Allaira il 18 e 19 maggio sarà possibile scoprire la storia millenaria delle anfore in argilla cotta dal 1300 A.C. al 2019 D.C., ritrovate nel porto di El Kuseir nel deserto orientale egiziano. Il 19 maggio apertura straordinaria al pubblico di botteghe, aziende, laboratori ceramici e l’iniziativa social #selfieceramico.