La casa di riposo Umberto I di Cuorgnè al centro di alcune importanti e riuscite iniziative di solidarietà che confermano il grande cuore dei canavesani e dell’Amministrazione comunale del paese delle due torri.

Frutti di solidarietà alla Casa di riposo Umberto I

Piccoli gesti ma concreti che valgono da soli più di mille parole. Succede a Cuorgnè dove i “frutti” delle piante locali non sono solo buoni ma anche solidali. Questa mattina il consigliere comunale Vanni Crisapulli si è rimboccato le maniche e si è recato presso il giardino della scuola dell’infanzia Mamma Tilde. Nel plesso scoalstico di via Asilo ha raccolto i frutti della pianta di cachi presente nell’area verde della scuola per poi donarli, come ormai da tradizione, alla casa di Riposo Umberto I.

Piccoli grandi gesti

Una bella iniziativa partita da un’originale idea del Sindaco del paese delle due torri, Beppe Pezzetto. Un appuntamento diventato ormai fisso, che si ripete negli anni. Un piacevole momento di condivisione atteso dagli ospiti della Casa di riposo Umberto I di Cuorgnè. “Una piccola attenzione contro gli sprechi e un piccolo gesto di solidarietà – ha commentato Vanni Crisapulli intercettato da alcuni curiosi cittadini – purtroppo il maltempo non ci ha consentito di farlo prima e molti frutti sono troppo in alto per essere raggiunti. Comunque un po’ di frutta a chilometro zero sono riuscito a raccoglierla” ha commentato il consigliere cuorgnatese.